La Behavior-Based Safety in Italia

Lavoriamo assieme per ridurre gli infortuni

La nostra Società Scientifica ha firmato un accordo di collaborazione con l’ISPESL, oggi confluito in INAIL, l’Istituto Superiore per la Prevenzione E la Sicurezza sul Lavoro. Assieme, AARBA e ISPESL

  1. Promuovono la diffusione del protocollo di Behavior-Based Safety e, più in generale, della sicurezza comportamentale nei luoghi di lavoro
  2. Realizzano ricerche sperimentali, e relative pubblicazioni scientifiche, sull’applicazione del protocollo di Behavior-Based Safety
  3. Partecipano a progetti di ricerca finanziati da enti terzi come Unione Europea, Ministeri, Amministrazioni locali, etc.
  4. Definiscono le linee guida in tema di formazione e consulenza sulla Behavior-Based Safety
  5. Lavorano per rendere il protocollo come un Sistema di Gestione e/o Buona Prassi di Sicurezza

Inoltre:

ISPESL assume un ruolo attivo nell’organizzazione del Congresso Europeo di B-BS
AARBA ha formato il personale ISPESL per permettergli di riconoscere e valutare processi di sicurezza comportamentale nelle imprese.

Introduzione

La B-BS è l’unica disciplina scientifica ed evidence-based per la riduzione di infortuni, malattie professionali e incidenti nei luoghi di lavoro, che sono causati per oltre l’80% dei casi da comportamenti pericolosi. Il protocollo è stato sviluppato dagli Analisti del Comportamento ed è stata oggetto di ricerche sperimentali a partire dagli anni ’70: J. Komaki, B. Hopkins, B. Sulzer Azarof, D. Harshbarger A. Daniels, S. Geller, T. McSween, J. Austin.

In Europa le tecniche comportamentali sono state adottate soprattutto nelle filiali di multinazionali anglosassoni a partire dagli anni ’80. In quegli anni nasce il primo studio di consulenza in Italia e poco dopo viene istituito il primo corso universitario specificatamente “OBM” all’università di Cagliari. I principi e le leggi scientifiche su cui si fonda la B-BS sono quelli della Behavior Analysis, la Scienza del Comportamento, scoperti e sistematizzati a partire dalle scoperte di BF Skinner alla Harvard University nella prima metà; del secolo scorso.

Scopri di più: “Scienza e sicurezza sul lavoro”:http://www.aarba.eu/b-bs/LA%20B-BS/scienza-e-sicurezza-sul-lavoro

AARBA e B-BS

A.A.R.B.A è impegnata nella promozione e nella diffusione della Behavior-Based Safety, il protocollo di sicurezza sul lavoro che si fonda sui principi della Behavior Analysis. Per farlo A.A.R.B.A. ha stretto collaborazioni con ISPESL, CINEAS, AIAS, Associazioni Industriali e altri Enti con i quali realizza i Corsi di Alta Formazione in B-BS.

I partecipanti ai corsi, firmatari del codice deontologico A.A.R.B.A., accedono alla qualifica di B-BSq, ossia di esperto qualificato in Behavior-Based Safety e sono iscritti nel relativo registro A.A.R.B.A.

A.A.R.B.A. ha definito i requisiti minimi per la formazione in B-BS in termini di direzione scientifica, didattica e di contenuti, per operare sotto supervisione effettuando interventi di B-BS nella realtà produttive.

A.A.R.B.A. ha realizzato, grazie al contributo determinante di Fiera Milano Tech, i primi tre Congressi Europei in B-BS durante il Sicurtech Expo presso il polo fieristico di Rho-Pero. Ha organizzato in collaborazione con ISPESL il IV Congresso Europeo di B-BS alla scuola Grande San Giovanni Evangelista, Venezia il 14-15-16 aprile 2010. Ha organizzato il 5° Congresso Europeo di B-BS presso l’Università degli Studi di Milano, 15-16-17 Giugno 2011.

A.A.R.B.A. ha presentato il protocollo B-BS nelle sedi provinciali di Confindustria a Bergamo, Cremona, Varese, Como, Padova, La Spezia, oltre che in Federchimica e Federazione Gomma Plastica, oltre che a CONFAPI di Ravenna e altre associazioni datoriali.

A.A.R.B.A. ha definito i criteri e le linee guida per la formazione in BBS e cura la direzione del Corso di Alta Formazione in B-BS della durata di 80 ore, giunto alla 16a edizione. I Corsi sono diretti da A.A.R.B.A. e realizzati in partnership con ISPESL, Regione Veneto, AIAS., Confindustria, Confapi e altri attori istituzionali della sicurezza.

A.A.R.B.A. accredita i protocolli di B-BS in atto nelle imprese, basandosi sui criteri elaborati dal Cambridge Center for Behavioral Studies , del quale il presidente A.A.R.B.A. è advisor dal 2007.

A.A.R.B.A. è editore e distributore del primo manuale in Italiano di BBS, Scienza e Sicurezza sul Lavoro, traduzione di The Value-Based Safety Process, di Terry E. McSween. L’edizione italiana è a cura di Fabio Tosolin, presidente A.A.R.B.A. e di Adriano Bacchetta, direttore dell’Area Health & Safety di A.A.R.B.A.

A.A.R.B.A. cura i siti internet, italiano ed europeo, dedicati alla Behavior-Based Safety.

Scopri di più sui nostri corsi ed eventi B-BS!

O contattaci.

Scienza e sicurezza sul lavoro

La B-BS nasce e si sviluppa nell’alveo delle Behavioral Sciences e segnatamente della Behavior Analysis, la Scienza del Comportamento.

Behavior Analysis, Learning Psychology, Behavioral Psychology sono in buona parte sinonimi. La scienza del comportamento si è sviluppata nell’ambito della psicologia agli inizi del ’900, differenziandosi però subito da quest’ultima per l’oggetto, il comportamento in luogo della psiche e per il metodo, sperimentale, empirico, galileiano, tipico delle scienze naturali e completamente diverso da quello delle scienze umane.

Per questa sua origine, rigorosamente scientifico-sperimentale, la B-BS è “behavior-based”, ha cioè il comportamento come oggetto di applicazione e come origine di dati misurabili a prova della sua efficacia. Da ciò si evince come sia inaccettabile l’affermazione interessata e assai in voga nei bassifondi della consulenza aziendale, secondo cui ci potrebbero essere “più B-BS”, modificate a piacere secondo le intuizioni o le speculazioni concettuali di questo o quel guru della sicurezza.

Le leggi e i paradigmi della Behavior Analysis, su cui la B-BS si fonda, non sono modificabili o adattabili, come non lo sono le leggi della biologia per un medico. Prima di modificare un protocollo chirurgico occorre che il medico-inventore della modifica se ne accolli l’onere della prova. E che la prova riesca, sempre e ovunque sia replicata, in innumerevoli esperimenti controllati e indipendenti.

Per questa ragione la Società Scientifica della B-BS in Europa, A.A.R.B.A., si adopera affinché la Behavior-Based Safety sia ben recepita anche in Italia come Evidence-Based Safety. E’ di notevole significato che questo sforzo etico veda finalmente coinvolti, oltre a tutta la Comunità Scientifica, anche le più importanti Istituzioni e Associazioni preposte alla sicurezza nel nostro Paese.

Storia della B-BS in Italia

Premessa

L’Analisi del Comportamento è una Scienza, come la fisica, la chimica o la biologia. Come in ogni altra scienza, anche questa si propone di ottenere la previsione e il controllo del fenomeno naturale che ne costituisce l’oggetto: il comportamento umano. E come in ogni scienza, anche nell’Analisi del comportamento si sono progressivamente sviluppati ambiti specialistici e specifiche tecniche d’intervento da applicare in diversi contesti. Uno di questi contesti è quello della sicurezza sul lavoro, per il quale si è sviluppato un insieme di metodi e tecniche che prende il nome di Behavior-Based Safety (B-BS). “Il protocollo di B-BS è l’applicazione della scienza del comportamento ai problemi del mondo reale” . In altre parole la B-BS sta all’Analisi del Comportamento come la terapia antiretrovirale dell’HIV sta alla medicina. “La bona pratica, dev’essere aedificata sovra la bona teoria” , diceva Leonardo da Vinci. E proprio nelle solide basi scientifiche e nel rigoroso rispetto delle leggi delle Behavioral Sciences risiede il primato di questo protocollo rispetto ai tanti approcci, orientamenti e standard di sicurezza a-scientifici, privi di solide prove di efficacia, che si propongono con alterne fortune al mondo degli utenti, cioè le imprese e ai diretti beneficiari, i lavoratori.

Lo sbarco in Italia

La prima applicazione dell’analisi del comportamento alla sicurezza industriale risale al 1978. E a realizzarla furono Komaki, Barwick e Scott: si trovarono ad applicare i principi della Behavior Analysis alla sicurezza industriale, principi che fino a quel momento avevano applicato alla produzione, alla vendita, alla qualità. L’esperimento andò a buon fine e fu pubblicato sul Journal of Applied Psycology. Judi Komaki è stato uno degli ospiti principali del IV Congresso Europeo di B-BS. Tout se tien, direbbero i francesi. La storia della B-BS in Italia è molto più recente e rimane legata comunque ai ricercatori e consulenti statunitensi che hanno divulgato il protocollo nel nostro paese. A cominciare da Beth Sulzar Azaroff con il suo intervento al 1° Congresso Internazionale dell’ABA (Association for Behavior Analysis), Venezia, 2001 . In quell’occasione tuttavia il nostro Paese non si distinse per partecipazione attiva all’evento, al punto che dei 240 partecipanti al convegno, gli italiani furono soltanto una decina.